Sbiancamento Professionale

Sbiancamento professionale Il colore bianco è da sempre stato associato al concetto di purezza e di onestà ed il candore di un sorriso luminoso oggi è motivo di attrazione ed ammirazione, tanto che studi socio-culturali hanno confermato il sorriso essere il primo tratto estetico di una persona appena conosciuta notato da buona parte degli intervistati.   I denti di ogni persona con il passare degli anni assumono una fisiologica colorazione più scura causata, oltre che dall’assottigliamento dello smalto dovuto all’usura degli anni, soprattutto dalla costante deposizione di dentina terziaria all’interno del dente. Essa infatti occlude i tubuli dentinali restituendo un dente con una tonalità meno chiara e brillante di quella di un giovane. Questo processo, del tutto normale e fisiologico, è tuttavia accelerato nei casi in cui il dente sia soggetto a trauma o continue sollecitazioni occlusali, come nei bruxisti e digrignatori. In aggiunta, alcuni farmaci come le tetracicline, eccessi di fluoro, fumo ed alimenti pigmentanti smalto e dentina possono contribuire nel tempo a creare in-estetiche discromie.  
Nel passato i rimedi per cercare un sorriso luminoso consistevano nel sbiancare i denti con l’uso di salvia, bicarbonato ed urea. Oggi le tecniche sono cambiate e la moderna pratica odontoiatrica dispone di molecole efficaci in grado di diffondere gentilmente nella superficie del dente ed agire selettivamente sulle molecole discromiche presenti nella sostanza organica interprismatica dello smalto. Con un processo ossidativo, l’agente sbiancante è in grado di modificare la composizione chimica dei pigmenti in modo che riflettano la luce con spettri più chiari e più vicini al colore bianco/azzurro. Il risultato è un sorriso più giovane e brillante!
CE_Approved_logoLo sbiancamento dentale professionale: una prestazione di medicina estetica, non semplice cosmesi.   Ogni molecola farmacologica, dalla banale aspirina fino ai più diffusi antibiotici può comportare complicanze durante la terapia. Pur essendo virtualmente privo di effetti collaterali, lo sbiancamento dentale, a base di perossido di idrogeno libero od in associazione con perossido di carbamide, deve essere usato da personale qualificato, che ne conosca intimamente le caratteristiche e proprietà. Nel 2011, la Comunità Europea è stata chiamata a regolamentare l’uso e la vendita di prodotti orali (2011/84/EU) con capacità sbiancante. La normativa ha posto delle regole ben precise in tema di cosmetici orali, al fine di tutelare la sicurezza del consumatore. 
La concentrazione massima, secondo la normativa, vendibile da soggetti non professionisti, come farmacie, su internet, dalla grande distribuzione e da centri estetici, per lo sbiancamento dentale cosmetico è dello 0,1% di perossido di idrogeno, riservando ai soli veri professionisti del sorriso l’uso di prodotti sbiancanti estetici con concentrazione fino al 6%.  Essere in mani esperte è una bella garanzia di sicurezza e di efficacia per il consumatore!
Lo sbiancamento in studio: gli obblighi del personale odontoiatrico   Secondo la normativa vigente, il trattamento sbiancante deve essere preceduto da una visita che confermi una diagnosi di salute orale e di idoneità alla procedura. La presenza di gengiviti o parodontopatie più severe, allergie e stato di maternità od allattamento, xerostomia da farmaci o da patologie metaboliche o oncologiche pregiudicano per esempio la terapia e devono essere individuate personale qualificato.   Lo sbiancamento deve essere eseguito dal dentista o, dietro la sua supervisione, se si garantisce un livello di sicurezza equivalente, dall’igienista e la prima applicazione deve essere fatta in studio, in modo il paziente mostri di aver compreso le istruzioni consegnategli.
Il nostro Studio ha da sempre preferito lo Sbiancamento Domiciliare rispetto al più aggressivo e non privo di effetti collaterali Sbiancamento Chair-Side o “alla poltrona”. In questa tecnica si  dovrebbe raggiungere il risultato in una sola seduta grazie alla super attivazione del gel tramite luce ad alta intensità e calore. I risultati ottenuti con questa metodica sono spesso poco predicibili ed il paziente è costretto a continuare il trattamento domiciliarmente, minimizzando il vantaggio della tecnica. In aggiunta molti pazienti lamentano una fastidiosa sensibilità post-trattamento. Il trattamento da noi scelto prevede l’utilizzo di un kit Zoom! White prodotto da Phillips, leader nel settore e confermato essere il miglior prodotto nel Regno Unito nel 2014. Zoom! White ha un pH neutro per non danneggiare lo smalto ed una viscosità tale da limitare la dispersione del prodotto nel cavo orale. In aggiunta, in esso sono presenti desensibilizzanti per ridurre sensibilità e re-mineralizzare il dente.   banner_nwdw
Le fasi del trattamento:   Il trattamento è semplice e veloce. Durante il vostro appuntamento, una volta confermata l’idoneità al trattamento, verrano prese due semplici impronte dei denti per confezionare due mascherine individuali che conterranno qualche goccia di gel sbiancante. Le mascherine, caricate di gel, verranno lasciate sui denti per circa 45 minuti al giorno per la durata della terapia. Gli sbiancamenti cosmetici venduti per esempio nei centri abbronzanti o in farmacia non possono fare uso di maschere individuali, appannaggio dei professionisti dentali, ma usano invece dei vassoi standardizzati da tenere in bocca per la durata del trattamento. Il vassoio non ha la forma precisa dei denti e non evita l’involontaria ingestione del gel.
Il nostro trattamento domiciliare professionale è semplice e sicuro. La procedura viene sempre spiegata ed illustrata con video dimostrativi e con una seduta di prova. Il paziente dovrà semplicemente eseguire il trattamento sbiancante una o due volte al giorno fino ad una settimana. Il cofanetto consegnato è individualizzato a seconda della durata del trattamento e delle caratteristiche del paziente e conterrà il gel sbiancante, le mascherine, istruzioni ed eventualmente prodotti re-mineralizzanti lo smalto se necessario.   Le mascherine individuali sono in materiale sanitario duraturo e lavabile e nel caso una persona volesse ripetere il trattamento dopo alcuni anni potrà semplicemente richiedere del gel sbiancante per un secondo ciclo. Questo vantaggio rende il trattamento conveniente in quanto il costo iniziale del kit è scalabile su parecchi cicli sbiancanti rendendolo la scelta preferibile ai trattamenti cosmetici in centri estetici dove il costo della terapia è a seduta, non a trattamento.  

Sbiancamento Professionale

Sbiancamento Cosmetico

N Certificazione e controlli al pari di un farmaco M Certificato come cosmetico al pari di una crema
N Gel al 6% di Perossido di Idrogeno con risultati predicibili M Trattamento al 0.1% di Perossido di Idrogeno (60 volte meno concentrato) con risultati modesti
N Trattamento veloce! M Necessità di più sedute per lo stesso risultato
N Prodotto certificato da grandi marche del settore odontoiatrico M Prodotto economico con meno controllo sulla tracciabilità, prodotto cosmetico
N Grazie alle Mascherine individuali si riscontra nessun o minimo ingerimento di prodotto sbiancante M Uso di cucchiai non individuali, facile ingestione di prodotto con possibili effetti collaterali
N Lo sbiancamento è preceduto da una visita medica: Dentista ed Igienista sanno gestire e prevenire eventuali effetti indesiderati come la sensibilità dentinale M Assenza di controllo: prodotto somministrato al pari di una sessione abbronzante o una crema per un trattamento cosmetico.

Domande frequenti I risultati durano a lungo? Seguendo alcune semplici accortezze, i denti rimarranno bianchi per molto tempo; una veloce applicazione ogni 12/24 mesi aiuterà a mantenere risultati stabili.   E’ un trattamento doloroso? No. Durante la procedura quotidiana di circa 45/60 minuti, i pazienti possono guardare la televisione o ascoltare musica. Nella versione Night, il trattamento è talmente confortevole che è compatibile con il sonno.

Quali sono gli effetti collaterali? Alcuni pazienti potranno notare una sensibilità temporanea dei denti al freddo durante il trattamento. Questi sintomi scompaiono entro 1-3 giorni dopo l’interruzione o il completamento del trattamento. Il nostro studio sa bene come gestire e prevenire questi effetti collaterali. Ai pazienti che soffrono già in precedenza di denti sensibili, vengono dati degli agenti desensibilizzanti e re-mineralizzanti da applicare alternativamente al gel sbiancante nelle mascherine, minimizzando quindi gli effetti collaterali. Quanto dura la procedura? La seduta di applicazione del gel vero e proprio dura circa 45/60 minuti e verrà ripetuto autonomamente a casa per circa 7-14 giorni consecutivi.

Ci sono cose che devo sapere prima di sottopormi? A parte un piccolo e transitorio aumento della sensibilità al freddo, non ci sono altri noti effetti collaterali. Il trattamento è consigliato ai pazienti maggiorenni o di almeno 16 anni e non viene indicato alle donne incinte o durante l’allattamento. In aggiunta, sappiamo che circa il 5% dei pazienti è refrattario al trattamento, dove il colore non raggiunge la tonalità aspettata.

Ci sono delle accortezze da avere durante il trattamento? Per le prime ore dopo ogni applicazione si raccomanda una “dieta bianca” evitando sigarette, caffè, tè, cola, vino rosso e altri cibi di colore scuro. Il miglior momento da noi consigliato per l’applicazione è la sera, appena prima di andare a dormire. Quando potrò notare i primi risultati? Il trattamento funziona velocemente, già dalle prime applicazioni si noteranno i primi risultati, specialmente nei sorrisi più scuri!

Per avere maggiori informazioni, prenda contatto con lo studio scrivendo a info@ambulatoriorecchia.it o compili il modulo sottostante:

Please leave this field empty.

*Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del d.lgs. 196/2003

0458343887

SMS -Whatsapp 3298199740

NOME E COGNOME

CONTATTO TELEFONICO

EMAIL

OGGETTO

Please leave this field empty.

MESSAGGIO

*Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del d.lgs. 196/2003